ha condizionato non poco l dei mercati alla loro riapertura dopo il fine settimana. Solo il buon andamento delle società legate al petrolio premiate dagli acquisti grazie al rialzo del greggio che è tornato in apertura a New York sopra i 50 dollari con un balzo di oltre 7 punti percentuali hanno contenute le perdite delle Borse del vecchio Continente,
chanel 2.55 borse chanel 30226.

Per altro in una giornata molto nervosa, con i mercati che hanno stentato a prendere una direzione precisa: pesa l sul piano di salvataggio dei colossi dell negli Stati Uniti e sulle decisioni della Federal Reserve. Secondo molti osservatori,
parajumpers gi�� cappotto uomo, potrebbe essere rischioso tagliare ancora il prezzo del denaro, visto che già si trova all con una discesa che, per ora, non ha ancora giovato alla ripresa dell americana.

E così se Wall Street ha visto il Dow Jones chiudere a 0,75% e il nasdaq a 2,10%, le piazze del Vecchio Continente hanno chiuso in perdita, zavorrate dai titoli bancari, con le società del credito che si sono affrettata a dichiarare la loro eventuale esposizione con i fondi gestiti da Bernard Madoff: Londra ha così ceduto lo 0,13%, Parigi lo 0,87%, Francoforte lo 0,19% e Zurigo l

In negativo anche Piazza Affari dove il Mibtel, l principale, ha perso lo 0,41% e lo S che raccoglie i 40 titoli principali, lo 0,
duvetica giubbotti donna,61%. I titoli peggiori sono stati i bancari. In particolare, Banco popolare ( 3,8%) e Unicredit ( 4,2%), esposte con il fondo di Madoff. Sono andate male anche Mps ( 0,33%) e le Intesa Sanpaolo ( 2,68%). Sono salite Ubi (+0,5%) e Bpm (+1,4%), dopo l del nuovo statuto, sollecitato da Bankitalia.

Il rialzo del petrolio ha spinto gli acquisti sul settore "oil", con il sottoindice Stoxx 600 europeo che ha guadagnato l A Milano ben comprate le Saipem (+5,9%), mentre Eni è salita di mezzo punto percentuale.

Fiat ( 1,8%), dopo un avvio positivo ha ripiegato insieme al comparto auto europeo, in attesa di novità sugli interventi oltreoceano per il salvataggio delle big

Sono stati venduti i titoli assicurativi, fatta eccezione per Generali (+0,
michael kors totess,8%). Complice anche la precisazione che la compagnia non è esposta al crack di Madoff. In rosso Fonsai ( 3,9%) e Alleanza ( 4%). Sul finale sono balzate le azioni Lottomatica (+4%), mentre è rimbalzata Autogrill (+1,4%). Tra i titoli delle aziende a minore capitalizzazione, boom di Schiapparelli (+32,3%) e di Arena (+22,87%), quest dopo aver raggiunto l per la conversione in azioni Arena di una parte del credito di Jp Morgan per 12,
woolrich parka uomini,5 milioni.Borse in rialzo al debutto della Yellen

in mattinata Daphne Roth di ABN Amro a Bloomberg. "Le vendite recenti sembrano esagerate; gli investitori di lungo termine potrebbero iniziare ad accumulare azioni cinesi, perch le valutazioni sono a buon mercato".

A Piazza Affari il Ftse Mib chiude in rialzo dell’1,04%. Si guarda ancora a Mediaset, dopo la notizia di una sua puntata da 700 milioni circa per bruciare Sky e garantirsi i diritti tv Uefa per il triennio 2015 2018. Telecom sempre calda per le possibili evoluzioni della situazione in Brasile, mentre Stmicroelectronics